http://www.domusgest.info/modules/mod_image_show_gk4/cache/2gk-is-104.jpglink
http://www.domusgest.info/modules/mod_image_show_gk4/cache/1-slidegk-is-104.jpglink
http://www.domusgest.info/modules/mod_image_show_gk4/cache/3gk-is-104.jpglink
«
»
Loading…

Modulo registro anagrafe condominiale

Egregio Condomino,

Con l'entrata in vigore della nuova riforma sul condominio è divenuta obbligatoria la tenuta, da parte dell'amministratore, del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza. Ogni variazione dei dati deve essere comunicata all'amministratore in forma scritta entro sessanta giorni.

Ogni condomino è pertanto tenuto a fornire all'amministratore le esatte informazioni indicate nel modulo scaricabile di seguito in forma di autocertificazione, che dovrà essere inoltrato a questa amministrazione, opportunamente sottoscritto tramite posta ordinaria, consegna diretta durante gli orari di apertura al pubblico, tramite posta elettronica al seguente indirizzo info@domusgest.info, tramite P.E.C. al seguente indirizzo vipakaedomusgest@legalmail.it

Il modulo (se trasmesso per posta elettronica) deve essere accompagnato da un valido documento di identità

Il nuovo articolo 1130 del C.C. stabilisce: “l’amministratore, in caso di inerzia, mancanza o incompletezza delle comunicazioni, richiede con lettera raccomandata le informazioni necessarie alla tenuta del registro di anagrafe. Decorsi trenta giorni, in caso di omessa o incompleta risposta, l’amministratore acquisisce le informazioni necessarie, addebitandone il costo ai responsabili”

Allegati:
Scarica questo file (Modulo_Anagrafe_condominiale.pdf)Modulo anagrafe condominiale [ ]42 Kb

Si all'installazione dell'ascensore anche se riduce lo spazio delle scale. Il diritto all’abitazione dei condomini disabili prevale sul fastidio sopportato dagli altri

A fronte del conflitto tra le esigenze dei condomini disabili abitanti ad un piano alto, pratica mente impossibilitati, in considerazione del loro stato fisico, a raggiungere la propria abitazione a piedi, e quelle degli altri partecipanti al condominio, per i quali il pregiudizio derivante dall'installazione dell'ascensore si sarebbe risolto non già nella totale impossibilità di un ordinario uso della scala comune, ma soltanto....

Leggi tutto...